Uno dei componenti fondamentali del pasticciotto leccese è la pasta frolla. Una preparazione che è alla base della pasticceria in generale, e che stupisce sempre con la sua consistenza morbida e friabile al tempo stesso.

Realizzare un’ottima frolla homemade non è difficile: di seguito vi spiegheremo tutto quello che bisogna sapere sull’argomento, compresi dei trucchi che vi garantiranno un risultato perfetto. Se, invece, non avete tempo o voglia di dedicarvi ai vari step, ricordate che è possibile acquistare online i pasticciotti leccesi sia come singoli dessert sia come torta.

La ricetta di questo prodotto è stata meticolosamente studiata, per ottenere un connubio di sapori a dir poco unico. La pasta frolla si sposa benissimo con la crema all’interno, che rappresenta la maggior parte della farcitura. Ancora meglio se si aggiunge qualche amarena sciroppata, che donerà al gusto un eccezionale tocco di freschezza.

pasta frolla del pasticciotto leccese

Ma veniamo al dunque: qual è il procedimento per la creazione di un’eccellente frolla fatta in casa? Quali sono gli stratagemmi da seguire e i segreti da conoscere? In men che non si dica avrete l’opportunità di donare al vostro palato sensazioni indimenticabili!

Gli ingredienti

Innanzitutto, elenchiamo gli ingredienti da avere a disposizione per la pasta frolla del pasticciotto:

  • farina, 500 g;
  • tuorli medi, 4;
  • burro, 250 g;
  • zucchero, 200 g;
  • baccello di vaniglia, 1.

Tutti elementi economici e facili da reperire in qualsiasi negozio di alimentari!

Per la lavorazione dell’impasto è necessario predisporre una superficie omogenea e pulita, per esempio un tavolo da cucina o una spianatoia. Ed ecco che siete pronti per dare origine alla vostra personale pasta frolla.

La preparazione della pasta frolla

Per cominciare, dovrete amalgamare i primi due ingredienti: la farina e il burro. Uniteli tra loro usando la punta delle dita, dando dei “pizzicotti” al composto fino a quando non assume un aspetto sabbioso. Potete eseguire questo passaggio sia con le mani, sia con l’aiuto di un mixer.

Integrate, poi, un tuorlo alla volta e lo zucchero, insieme ai semi del baccello di vaniglia. Il panetto diventerà alla fine uniforme e compatto: se all’esterno sembra appiccicoso, non dovrete fare altro che cospargerlo con della farina extra.

Terminata questa fase, avvolgete il tutto in un foglio di pellicola trasparente e riponete in frigo per un riposo di mezz’ora. Questo stadio è indispensabile affinché la pasta frolla si consolidi.

Dopo 30 minuti, anche un’oretta se fa caldo, stendete la frolla sul tavolo fino a quando lo spessore non si riduce a 0,5-1 cm. Impiegatela per foderare gli stampini dei pasticciotti, o quello della torta se optate per questa soluzione. Lasciate soltanto un po’ di pasta da parte per coprire il ripieno di crema pasticcera e amarene.

Se la frolla fuoriesce dai bordi dei contenitori, utilizzate un coltellino per eliminare i cm in eccesso. Vedete, è semplice realizzare la base per i vostri pasticciotti leccesi!

È possibile sostituire alcuni ingredienti?

Questa è una domanda che ci viene rivolta molto di frequente. La risposta è sì; nello specifico, potete sostituire:

la classica farina per dolci con quella integrale o con quella di farro;

il burro con l’olio di semi, che sia di arachidi, di lino o di cocco. In questo caso la frolla sarà più soffice e meno friabile.

All’occorrenza, al posto del baccello di vaniglia potreste servirvi di altri aromi come l’arancia, il limone o la cannella.

La migliore tipologia di zucchero

E per quanto riguarda lo zucchero? Per la pasta frolla se ne usano fondamentalmente 3 tipi:

  • quello di canna, che conferirà un sapore più rustico;
  • quello semolato, per una leggera croccantezza;
  • quello a velo, più delicato, che forse avrà bisogno di circa 10 g in più di farina.

Qualche segreto per la pasta frolla perfetta

Vi sveleremo qualche chicca per la creazione di una frolla perfetta sotto ogni aspetto.

È preferibile mettere in frigo gli utensili per la lavorazione dell’impasto, ad esempio le fruste del mixer, circa un quarto d’ora prima. La frolla teme il caldo: è questo il motivo per cui va tenuta in frigo più tempo in estate!

Può capitare, purtroppo, che il composto non si compatti e che si sbricioli sotto le dita. Non vi preoccupate, perché sarà sufficiente miscelare un cucchiaio di acqua gelata o di albume freddo per risolvere il problema.

Pasta frolla con il bimby

Così come altri cibi tradizionali del Salento, tra cui il rustico leccese, anche il pasticciotto può essere preparato con il bimby.

Tutti gli ingredienti (farina, burro, zucchero, tuorli e semi di vaniglia) vanno messi contemporaneamente nel boccale, dopodiché l’elettrodomestico va azionato per 15 secondi a velocità 4.

Si passa poi alla velocità spiga per 2 minuti, così che le materie prime si mescolino in maniera adeguata. A questo punto basta estrarre il ricavato e sistemarlo in frigorifero nella pellicola trasparente da cucina.

La frolla senza glutine e senza lattosio

Le persone intolleranti al glutine e al lattosio possono deliziare il proprio palato con i pasticciotti leccesi? Certamente sì!

In questa situazione utilizzerete un misto di farina di riso e di mais, la margarina in luogo del burro, i tuorli, gli aromi e lo zucchero. Il gusto finale sarà ugualmente squisito.

Lo ripetiamo: non sempre si ha il tempo per dedicarsi alla pasticceria. Il nostro shop vi fornisce ottimi pasticciotti leccesi già pronti, insieme a molti altri alimenti tipici della Puglia. Vi assicuriamo un servizio rapido ed efficiente, ragion per cui la merce arriverà a casa vostra in eccellenti condizioni e velocemente!

0
    0
    Carrello
    Il carrello è vuotoTorna al negozio