Quella del rustico salato leccese è una ricetta tradizionale: risale, secondo la maggior parte degli esperti, al periodo compreso tra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento, e costituisce uno degli emblemi più significativi della gastronomia pugliese.

Di conseguenza, quando si parla del procedimento con cui si dà origine a questa pietanza, il pensiero corre spontaneo ai metodi e agli strumenti più classici. Si immaginano le mani che affondano nella farina per la lavorazione della pasta sfoglia, e che modellano l’impasto fino a quando non raggiunge la consistenza giusta. Si sente, quindi, il prodotto che prende forma sotto i polpastrelli, e se ne percepisce al tatto la straordinaria morbidezza.

Tuttavia vi sono anche delle soluzioni alternative, che prevedono l’utilizzo di dispositivi moderni che velocizzano notevolmente le operazioni. Consideriamo, ad esempio, il bimby: il famosissimo robot da cucina, grazie al quale potrete ottenere rustici salentini in tempi di gran lunga inferiori.

Tutti noi conosciamo questo versatile elettrodomestico, con cui si realizzano creme, dolci, torte, pizze e chi più ne ha più ne metta. Provate a usarlo anche per i vostri rustici leccesi: precisamente per due componenti fondamentali di questa specialità locale, ovvero la pasta sfoglia – che abbiamo già nominato – e la besciamella.

Sì, perché la vivanda in oggetto ha un appetitoso ripieno di besciamella, mozzarella e sugo di pomodoro! Tre elementi che si combinano tra loro alla perfezione, in un connubio davvero unico. E che dire, poi, dell’involucro esterno, croccante e friabile, che crea un delizioso contrasto con la farcitura?

Anche voi avete l’opportunità di godere di questi sapori, acquistando online i rustici salentini oppure preparandoli in casa manualmente o con l’aiuto del bimby. Di seguito vi spiegheremo come fare: questo magnifico esponente dello street food di Lecce e dintorni merita di essere assaggiato almeno una volta nella vita!

Pasta sfoglia col bimby

Iniziamo con la base del rustico salato: la pasta sfoglia.

Questa, di norma, si ricava attraverso numerose fasi in un processo anche abbastanza complesso. Chiaramente i vari step si semplificano di molto con il bimby, il cui scopo è mescolare le materie prime al nostro posto.

rustico leccese

Ma cosa serve per la pasta sfoglia homemade?

  • 250 g di farina;
  • 180 g di burro;
  • 120 ml circa di acqua;
  • sale quanto basta.

Tali ingredienti sono facilissimi da reperire in qualunque supermercato, e in media si trovano in qualsiasi dispensa. Ciò a cui bisogna fare attenzione è il modo in cui vengono amalgamati tra loro: i rustici leccesi richiedono cura, meticolosità, calcoli minuziosi delle dosi.

Inserite la farina, il sale, l’acqua e 40 g di burro nel boccale del bimby, e impastate meccanicamente per 1-2 minuti con l’apposita funzione. Ne nascerà un panetto compatto, il quale va lasciato a riposare in frigorifero per una mezz’oretta o poco più.

Trascorso questo lasso di tempo, stendete il tutto su un ripiano levigato e asciutto con l’ausilio di un mattarello. È importante che il panetto abbia la sagoma di un rombo, affinché i suoi lembi possano essere ripiegati su loro stessi in un secondo momento.

I 140 g di burro che finora non avete adoperato vanno “appiattiti” tra due fogli di carta da forno: ovviamente è indispensabile che siano ben freddi. Poggiate il burro al centro del panetto, e unite i quattro angoli così che risultino sovrapposti.

A questo punto, noterete che l’impasto è diventato un rettangolo! Riponetelo di nuovo in frigo per 30 minuti, fate un’altra passata di mattarello e ripetete questo ciclo per un totale di 6 volte.

In definitiva, il bimby effettua all’incirca la metà del lavoro. È bellissimo plasmare la pasta sfoglia con le mani, ma se abbiamo fretta questo elettrodomestico è per noi un prezioso alleato.

Bimby e besciamella

La besciamella, essenziale per il gusto e per il profumo del rustico salentino, può essere a sua volta realizzata con il bimby.

In questo caso avrete bisogno di:

  • 500 ml di latte;
  • 50 g di burro;
  • 50 g di farina;
  • sale quanto basta;
  • noce moscata.

Dovete soltanto miscelare gli ingredienti nel boccale dello strumento, cuocendoli a velocità 4 per 7-8 minuti. In men che non si dica avrete a disposizione la besciamella per i vostri rustici salati, una vera e propria squisitezza decisamente più genuina rispetto a quella che si compra nei supermercati.

Le fasi successive

Con il bimby, dunque, è possibile preparare in casa i rustici leccesi. Di qui in avanti è tutto molto semplice: dalla pasta sfoglia si ottengono dei cerchi dal diametro di 10-12 cm, su cui adagerete un cucchiaino di besciamella, qualche pezzetto di mozzarella e un po’ di sugo di pomodoro.

Chiudete con un altro dischetto di sfoglia, e spennellate la superficie dei rustici con del tuorlo d’uovo per favorire il tipico colore dorato. La cottura avviene in forno per 20-25 minuti, a una temperatura di 200°.

Ed ecco che, con il supporto del bimby, avrete pronti degli stuzzicanti rustici salentini homemade! Vi assicuriamo che verrete conquistati sin dal primo morso dal ripieno filante e dalla consistenza della pasta sfoglia esterna. Nulla di meglio per immergersi nell’atmosfera della Puglia e per fare un autentico dono al vostro palato.

rustico leccese

Se invece preferite acquistare questi prodotti online, date uno sguardo al catalogo di Rustico Leccese. L’e-commerce fornisce pietanze eccellenti, dotate di quella bontà che solo le migliori creazioni artigianali possiedono! Oltre ai rustici salati potete procurarvi quelli dolci, nonché i pasticciotti leccesi per rendere speciali le vostre merende e colazioni.

0
    0
    Carrello
    Il carrello è vuotoTorna al negozio